Albinismo    

«Entra»  «Home»  «Blog»  «Forum»  «Guestbook» 

   Indice » Percorso di Studio » Insegnante di sostegno
«Indietro  1  2 
Rispondi
Autore Insegnante di sostegno
Giancarlo Giancarlo
Amministratore

91 messaggi
Condivido im pieno per due motivi: 1) Se l'insegnante di sostegno non è formata adeguatamente per lavorare con un bambino/a ipovedente si rischia solo di danneggiarlo/a. 2) Il bambino/a si abitua ad essere aiutato/a da qualcuno e nella vita non potrà sempre essere così, tanto vale che impari a cavarsela da solo/o fin da piccolo/a, anche perchè spesso e volentieri gli insegnanti di sostegno per sbrigarsi tendono a fare loro le cose al posto degli alunni perchè è più facile.

Non chiedetevi cosa gli altri possono fare per voi, ma cosa voi potete fare per gli altri.
Inviato il 03/09/2010 09:49:25 Quota

Lexie Lexie
Utente

31 messaggi
Il sostegno?
Va beh... la mia esperienza fa poco testo perché il mio residuo visivo e superiore alla media degli albini infatti ho ottenuto la patente... anche se guido poco perché in ogni caso i fari di sera mi danno fastidio.
Però in classe mia alle medie c'era una bimba con difficoltà neuropsichiatriche e l'insegnante di sostegno contribuiva solo ad emarginarla.
Poi le ore di sostegno in genere sono meno rispetto al normale orario scolastico quindi!!!
Poi per gli albini anche se con uno scarso residuo non ce lo vedo il sostegno a meno che non debbano imparare il braille!
Ma poi perdonate una domanda per Francesca e tutti coloro che hanno avuto difficoltà con i compagni alle medie... ma in che consiste la difficoltà? Perché discriminati per il colore o per la preoccupazione della vista?

gli audaci forse vivono poco - ma chi non osa non avrà vissuto mai!!!
Inviato il 27/09/2010 11:03:54 Quota

Isa Isa
Amministratore

258 messaggi
Ciao Lexi.
In effetti, la questione del sostegno è complessa e articolata. Di fatto è certo che, il + delle volte, il sostegno diventa solo un modo per "non far rallentare i ritmi di studio della classe".
Tuttavia, quando è attuato con professionalità e nel rispetto dei concetti che lo generano, il sostegno è una risorsa sia per il ragazzo "sostenuto" sia per la classe. Non dimentichiamo poi che alla base della questione c'è una carenza congenita di fondi nel settore scolastico che vanifica anche i migliori intenti.
Maria

Una parola non definisce una persona, poichè essa si definisce attraverso le proprie azioni.
Inviato il 29/09/2010 23:42:17 Quota

luanab luanab
Utente

32 messaggi
Sono stata per un pò a leggere ma ora mi vedo costretta ad intervenire: sono d'accordo con Maria, l'insegnante di sostengo, se capace, è una grandissima risorsa. La mia Sofia che molti di voi conoscono, frequenta il primo anno di scuola materna, abbiamo 12 ore settimanali di sostegno e 7 di educatrice. In particolare l'insegnante di sostegno da una mano a tutta la classe, ha instaurato un buonissimo rapporto con la bambina, la stimola molto e fa esattamente quello che fanno gli altri bambini. Non so se in sua assenza le altre maestre dedicherebbero la stessa attenzione. Mia figlia non è per niente emarginata, rispetta le regole, si diverte molto, anche se maggiormente osservata, la lasciano correre, sperimentare e sicuramente siamo tutti più tranquilli, che non è poco. Luana
Inviato il 02/03/2011 14:15:39 Quota

Isa Isa
Amministratore

258 messaggi
Ciao Luana, in effetti mi chiamo Isabella. Maria è "diciamocosì" il mio secondo nome.
Ti ringrazio veramente tanto non perchè condividi la mia posizione sulle insegnatni di sostengno e neppure perchè la tua esperienza mi da conferma ulteriore. Piuttosto grazie perchè condividento la tua esperienza, alimenti il dialogo ed il confronto. Noi Albini siamo tanto tanto simili ma anche tanto tanto diversi. Le esperienze ed i vissuti poi, a volte si contappongono. Il dialogo, la condivisione, il fonfronto tra queste esperienze però, ritengo che assumano il ruolo di un "faro" che illumina le innumerevoli vie che possiamo percorrere. Ancora grazie.
Un candido abbraccio. Isabella

p.s. Mi piacerebbe tanto, un giorno, conosce la piccola Sofia e la sua grande Mamma.

Una parola non definisce una persona, poichè essa si definisce attraverso le proprie azioni.
Inviato il 02/03/2011 18:10:51 Quota

luanab luanab
Utente

32 messaggi
Speriamo di riuscire a venire a Roma il 9 luglio, noi abbiamo già fatto questa esperienza due anni fa a Cagliari partecipando al primo convegno ed è stato veramente importante, nessun libro, nessun sito internet, nessun medico vi darà mai tutte le informazioni che potrete ricevere a un convegno come il nostro.
Poi abbiamo conosciuto tantissime persone con le quali ci sentiamo, ci vediamo, ci scambiamo consigli e informazioni utili e per ultimo, è vero, condividere ci fa stare meglio e ve lo dice una mamma che all'inizio ha fatto le sue belle tragedie. Ho combattuto in commissione invalidi, ho fatto ricorsi, ho rotto veramente le scatole a tutti, medici, ospedali. Dopo il convegno sono cambiata, grazie anche all'amicizia che ho stretto con un paio di persone che hanno figli più grandi e i loro consigli e il loro affetto sono sempre molto graditi e preziosi. Ma non dimentichiamo comunque che abbiamo bisogno di aiuto e lo dobbiamo chiedere proprio a quegli enti o associazioni che hanno competenza in questo campo e sul territorio ce ne sono, per noi in Friuli ad esempio è "la nostra famiglia". Un bacio a tutti Luana
Inviato il 28/04/2011 12:12:12 Quota

Ste87 Ste87
Utente

13 messaggi
Salve a tutti! Mi chiamo Stefano e sono un nuovo iscritto
Volevo riportare in questa sezione la mia esperienza con il sostegno scolastico lDunque io l'insegnante di sostegno l'ho avuta dalla seconda media fino alla fine delle superiori
Mi è stata consigliata dai professori e dal dirigente scolastico per aiutarmi solamente nelle mie difficoltà con la vista
Come hanno detto molti di voi l'insegnante di sostegno èl'insenante della classe e non affianca solamente il singolo alunno che ne ha il bisogno. Intendo dire che oltre a seguire il "suo alunno" aiuta anche il resto della classe dove è necessario
Ritornando alla mia esperienza l'insegnante di sostegno mi aiutava a prendere appunti, dettava ciò che la prof scriveva alla lavagna, mi leggeva i testi scritti in piccolo, scriveva al mio posto quando mi si stancava la vista mi rispiegava parti delle lezione che ad esempio non mi erano ben chiari ed era sempre disponibile a dare una mano anche ai miei compagni
Comunque devo dire a distanza di diversi anni che il sostegno mi è stato veramente utile e se dovessi tornare indietro rifarei la stessa scelta
Ciao a tutti!
Inviato il 25/09/2012 01:14:23 Quota

gabri gabri
Utente

11 messaggi
Sono un'insegnante precaria nel mondo della scuola da quasi dieci anni: il sostegno? Se fatto bene e da persone competenti, quando realmente serve, è utile, ma la scuola italiana, mi dispiace dirlo,è in un degrado allucinante! Siamo indietro anni luce!
Quando ho scoperto il problema di mio figlio, anche se è ancora presto, questa è stata la mia preoccupazione principale!
Ovvio che questa è la mia opinione e vorrei tanto sbagliarmi!!!!!!!!!
Inviato il 07/10/2012 10:50:22 Quota

Rispondi
«Indietro  1  2 

Inizio pagina 923 visitatori

Valid CSS!

Valid XHTML 1.0 Transitional